invisible

Sviluppo artigiano

Contributo per le aziende di Pavia

Sviluppo Artigiano partecipa al bando della camera di commercio di Pavia per la concessione di contributi per l'abbattimento dei tassi in conto interesse e del costo delle commissioni sulla garanzie rilasciate dai confidi 

La camera di commercio di Pavia sostiene lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese della provincia concedendo due distinti contributi:

1- Un contributo per l’abbattimento del tasso di interesse pari all’80% sul totale degli interessi (calcolati secondo il piano di ammortamento presentato) per finanziamenti bancari fino a €25.000,00 (venticinquemila) e pari al 50% per finanziamenti fino a € 50.000,00 (cinquantamila); 

2- Un contributo a fondo perduto diretto alle imprese che abbiano ottenuto il contributo in conto interesse di cui al punto precedente, volto a ridurre i costi per le commissioni di garanzia - ossia le spese sostenute per l’ottenimento del servizio di garanzia prestato dagli organismi di garanzia fidi - e pari al 80% del costo della garanzia stessa (comprensiva di spese di istruttoria).

Per saperne di più contatta i nostri addetti della sede di Pavia 

Fondo di Garanzia PMI

Sviluppo Artigiano opera anche con il "Fondo di garanzia per le Piccole e Medie Imprese dello Sviluppo Economico".

mcc

Il Fondo di garanzia (L.662/96) sostiene lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese Italiane concedendo una garanzia pubblica a fronte di finanziamenti concessi dalle banche.

L'azienda che ha bisogno di un finanziamento finalizzato all'attività di impresa può chiedere alla Confidi di controgarantire l'operazione mediante la garanzia pubblica. Con l'intervento del Fondo il finanziamento, in relazione alla quota garantita, è a rischio zero per il Confidi e quindi per la Banca che, in caso di insolvenza dell'impresa, viene risarcito dal Fondo Centrale di Garanzia e in caso di eventuale esaurimento di fondi di quest'ultimo, direttamente dallo Stato.

Il Confidi verifica l'ammissibilità al fondo di garanzia e provvederà ad inviare la domanda di controgaranzia all'ente.
Rivolgendosi al Fondo di Garanzia l'impresa, quindi, non ottiene un contributo in denaro o l'erogazione diretta di un finanziamento agevolato, ma ha la concreta possibilità di ottenere attraverso banche, società di leasing o confidi, un vantaggio che si può concretizzare in condizioni economiche migliori riguardo tassi e commissioni o nell'erogazione di maggior credito.

Possono accedere alla garanzia del Fondo di Garanzia le PMI, comprese quelle artigiane, ubicate sul territorion azionale, economicamente e finanziariamente sane come stabilito dalle disposizioni operative.

Approfondisci.

Documentazione necessaria

Documentazione da consegnare ai fini dell'istruttoria della pratica:
  • le informazioni integrative necessarie (scarica il modulo);

  • la situazione economico-patrimoniale degli ultimi tre anni; (in caso di contabilità semplificata, indicare il valore dei crediti verso clienti, IVA, ecc..., dei beni strumentali e dei debiti verso fornitori, banche, ecc...);

  • estratto conto aggiornato dei rapporti bancari in essere (è sufficiente un riassunto scalare);

  • elenco delle polizze assicurative aziendali (antincendio, antifurto, danni a terzi, ecc...);

  • fotocopia del documento d'identità  del titolare e/o soci;

  • fotocopia dell'ultima denuncia dei redditi (UNICO società e singoli soci esclusa la parte relativa all'IVA).

Link utili